Linea dura della Cassazione: pagare gli stipendi al posto delle imposte resta reato

Dopo alcune sentenze che per certi aspetti attenuavano le responsabilità penali per gli imprenditori che per causa di forza maggiore non avevano potuto pagare le tasse, una recente sentenza della Cassazione sembra prospettare un nuovo irrigidimento.

Un’impresa in crisi di liquidità aveva infatti scelto di pagare stipendi e fornitori invece che versare le ritenute di imposta sugli stipendi dei dipendenti - trattenute in qualità di sostituto di imposta - ed essendo condannata per ben due gradi di giudizio ricorreva in Cassazione.

A parziale discolpa argomentava di aver anche contratto un mutuo ipotecario per fronteggiare la crisi con il quale aveva avviato il pagamento delle rate del debito tributario.

La Cassazione, confermando la decisione di appello, ha ribadito sostanzialmente che in tema di reati fiscali omissivi l'inadempimento dell'obbligazione tributaria può essere attribuito a forza maggiore solo quando deriva da fatti non imputabili all'imprenditore.

Nel caso di specie infatti la crisi di liquidità non era improvvisa ma caratterizzava un arco temporale prolungato nel quale l’imprenditore non ha comprovato di aver adottato opportune politiche aziendali di riequilibrio finanziario e turnaround.
Morale della favola: la programmazione finanziaria in azienda non rappresenta più solo un metodo per ottimizzare i processi gestionali ed aumentare i profitti, ma è considerata uno strumento essenziale per la corretta amministrazione dell’azienda tout court, al punto che sia la Cassazione, con questa sentenza, sia il Legislatore, con la bozza di riforma della legge fallimentare, prevedono l’introduzione di strumenti di gestione finanziaria tra gli strumenti essenziali di cui l’imprenditore deve dotarsi.

Dott. Massimo Leone
AD Promem SpA

Condividi

Lascia il tuo commento

iscriviti alla nostra newsletters

Garanzie sui finanziamenti accesso condizionato dal merito creditizio e cause di esclusione

Garanzie sui finanziamenti accesso condizionato dal merito creditizio e cause di esclusione

Leave review
L’iter per ottenere le garanzie previste dal DL liquidità si sta rivelando ...
Leggi di più
Le garanzie ai finanziamenti: escluse le aziende in crisi

Le garanzie ai finanziamenti: escluse le aziende in crisi

Leave review
A sostegno della liquidità delle imprese appaiono efficaci le misure stabil...
Leggi di più
Liquidita' delle imprese: le misure e le opportunità del DL Cura Italia

Liquidita' delle imprese: le misure e le opportunità del DL Cura Italia

Leave review
Analizzando il DL Cura Italia, si scopre che il supporto all’equilibrio tra...
Leggi di più
Rating advisor: un nuovo ruolo per il professionista nel risk management

Rating advisor: un nuovo ruolo per il professionista nel risk management

Leave review
In attesa che le misure di allerta previste dal Codice entrino a regime, il...
Leggi di più
YES I Start up

Hai tra i 18 ed i 29 anni?

Leave review
In questo momento non studi e non lavori? Hai talento ma ti mancano i soldi...
Leggi di più
Promem cash management

Cash Management

Leave review
Il cash management supporta l'impresa che desidera gestire e pianificare la...
Leggi di più
Promem project financing

Project financing

Leave review
La Promem ha assunto un ruolo leader nel settore della consulenza ad impres...
Leggi di più
Promem controllo di gestione

Controllo di gestione

Leave review
Forniamo all'imprenditore un indispensabile supporto per l'assunzione di im...
Leggi di più
Promem operazioni straordinarie

Consulenza Strategica

Leave review
Due diligence, turn around, M&A, Operazioni di acquisizioni, cessioni, fitt...
Leggi di più
Formazione su temi di finanza aziendale

Formazione

Leave review
Corsi, seminari e divulgazione scientifica
Leggi di più
Promem Rating advisor

Rating Advisoring

Leave review
Promem, anche in forza della sua peculiare compagine societaria vanta conso...
Leggi di più